Crea sito
Benvenuti nella pagina della RICETTA DEL GIORNO
 
 
                                                                                            
 
 
28 Ottobre 2013 Lunedì

Buongiorno!!! Oggi accontento una richiesta. Una cara amica, mi ha chiesto una ricetta per fare la marmellata di cachi. Confesso che non maneggio spesso l'articolo, ma ispirata dalla sua domanda e incuriosita mi sono documentata su qualche ricetta con questi frutti.

Al lavoro...

Marmellata di cachi (31)

2 kg. di cachi molto maturi e perfettamente sani
1 kg. di zucchero
1 bicchierino di cognac
1/2 stecca di vaniglia.

Preparazione:

1) Pulire i cachi all'esterno con un tovagliolino per togliere la polvere (non lavarli).
2) Togliere il picciolo, dividerli in due parti e con un cucchiaino prelevare la polpa eliminando i filamenti e i semi.
3) Fare questa operazione sopra una terrina così riuscirete a raccogliere anche il sugo.
4) Passare la polpa al passa-verdure e se volete rendere ancora più fine la consistenza della stessa, al setaccio.
5) Pesare la purea ottenuta, quindi nel tegame di cottura aggiungere una quantità di zucchero pari alla metà.
6) Mettere quindi: il succo e la vaniglia intera.
7) Cuocere a fuoco dolcissimo, mescolando continuamente, fino ad ottenere una crema consistente (deve perdere acqua e diventare abbastanza soda).
8) Una volta cotta, spegnere la fiamma e versare al composto il bicchierino di cognac, mescolare e lasciare intiepidire.
9) Invasare e lasciare raffreddare.
10) Prima di chiudere i barattoli, coprirne l'imboccatura con un disco di carta assorbente imbevuto di cognac.
11) Sterilizzare, quindi riporre i vasi in luogo fresco e buio: questa marmellata infatti fermenta facilmente.
12) Consumarla al più presto possibile.
Tratto dal libro di M. Noceto: "Fai da te le tue marmellate"
( Non mi voglio prendere meriti che non ho: questa non è una mia ricetta).

Ciao Elena!

Grazie a presto!
11 Ottobre 2013 Venerdì
Ottobre.. Meraviglioso autunno.
Vi piace l'autunno?
Non ditemi che è triste, non ci credo:
che ne dite dell'uva, delle belle e colorate zucche, delle dolcissime pere,
e del profumo delle crostate di mele, calde, che farete nel Vostro tempo libero?
Delle stufe che si accendono per cuocere le castagne..
E i funghi, dimenticate i funghi...
E perché questo non succeda, cominciamo le lezioni d'autunno
proprio con i funghi.

Al lavoro....

Crostini ai funghi (30)

Ingredienti per 4 persone:

400 g di funghi porcini
1 ciuffo di prezzemolo abbondante
4 cucchiai di olio d' oliva extra vergine
1 cipolla
8 fette di pane pugliese (ma va bene ciò che avete in casa basta si tagli a fette).
2 spicchi di aglio (se non siete appassionati dimezzate)
8 fette di fontina
Pepe bianco a piacere

Preparazione:
1) Dividere il pane a fette (crostini).
2) Pulire e lavare i funghi.
3) Fare soffriggere nell'olio bollente la cipolla tritata, l'aglio intero, scottarli bene.
4) Aggiungere i funghi tagliati a fettine e cuocere una ventina di minuti. (Non c'é bisogno di aggiungere acqua, i funghi fanno da soli).
5) A cottura ultimata spolverizzare di sale, pepe a piacere e per ultimo di prezzemolo tritato.
6) Mettete, le fette di pane ricoperte con la fontina e i funghi in forno caldo (120° circa) per 10 minuti.
Se volete accompagnare con una bella insalata mangiate in due persone..altrimenti è un antipasto per 4 persone.
Vino consigliato: Cabernet Sauvignon (rosso rubino intenso) Trentino Alto Adige.

Grazie, a presto!



26 Luglio 2013 Venerdì

Fine settimana, finalmente, per chi non lavora la domenica.
Oggi Vi metto una ricetta che soddisferà il Vostro palato: metterò primo e secondo assieme, così al tempo di preparazione di una pietanza ne avrete due con l'apporto giusto di calorie, vitamine, proteine, carboidrati.
Cosa volete di più?

Al lavoro...

Ravioli verdi con fonduta (29)

Ingredienti per 4 persone:
300 g di farina
200 gr di fontina tagliata a fette e fatta ammollare nel latte per almeno 3 ore
5 uova
100 gr di spinaci lessati e strizzati
100 g di burro
Salvia (abbondante se vi piace)
Parmigiano grattugiato
Sale
 

Preparazione:
1) Mettere la fontina ammorbidita in una fiamminghina di acciaio con un cucchiaio di latte, 30 g di burro, 3 tuorli e fare sciogliere a bagnomaria: mescolare delicatamente fino ad ottenere un composto morbido, sodo e senza grumi. Fare raffreddare.
2) Con la farina le uova e gli spinaci fare una sfoglia secondo il solito metodo. Tirarla in una sfoglia sottile che dovrà essere divisa a metà.
3) Su una delle due sfoglie formare dei mucchietti di fonduta, come ripieno a circa 3 cm l'uno dall'altro.
4) Ricoprire con la metà della pasta rimasta, premere la pasta attorno al ripieno, quindi con la rondellina dentellata ritagliare dei raviolini di forma quadrata.
5) Cuocerli per circa 10 minuti in acqua bollente salata e condite con burro fuso, salvia e formaggio parmigiano.
Semplici vero, un vero pasto completo in un solo piatto..

Vino consigliato: Grillo bianco (Sicilia).

Grazie a presto!



16 Luglio 2013 Martedì

Buongiorno a tutti, oggi facciamo una ricetta saporita e un po' inusuale.
Generalmente, il prezzemolo viene usato per rifinire un piatto, per decorare o al massimo per una salsa, noi invece oggi lo usiamo come ingrediente principe della nostra ricetta.
Sapete quale sono le proprietà di questa meravigliosa erba officinale?
Ve lo dirò solo se la cosa Vi interessa: conoscere le erbe officinali i loro usi, le loro caratteristiche e proprietà.
Se la cosa Vi piace mandatemi una e-mail, un messaggio ed io Vi preparerò una pagina sull'argomento.

Al lavoro...

Risotto al prezzemolo (28)

Ingredienti per 4 persone:

400 g di riso super-fino
100 g di petto di pollo
50 g di formaggio parmigiano
Una cipolla piccola
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva (non di più).
1 mazzetto di prezzemolo, lavato, tritato
Sale
Un litro e mezzo di brodo vegetale (o quello che avete, non state a impazzire)
Va bene anche l'acqua di cottura a vapore di patate, zucchine, carote, fagiolini... No asparagi perché copre tutti i sapori.

Preparazione:
1) Tritare la cipolla, quindi metterla in una padella con l'olio.
2) Quando è bella appassita aggiungere il pollo a dadini e fare insaporire, non rosolare.
3) Aggiungere il riso e farlo tostare: alzare il fuoco e aggiungere un metolo di brodo caldo, quindi mescolare.
4) Aggiungere il brodo sempre mescolando fino a fine cottura (circa 25 minuti).
5) Al termine togliere dal fuoco e mettere il prezzemolo, e per ultima una bella spolverata di parmigiano.
6) Servire caldissimo, ma Vi garantisco che è buona freddo di frigo anche il giorno dopo.

Informazioni utili: per un mazzetto intendo la quantità di prezzemolo che riuscite a tenere in una mano.
Sappiate che per questa ricetta ci vogliono solo 20/25 minuti perché il riso semifino ha una cottura più veloce.
Ovviamente potete sostituire il prezzemolo con salvia, basilico, mettendo un po' meno di erbe, oppure come faccio io preparare un meraviglioso e profumato mix.
Vino consigliato: Etna rosato (Sicilia).
Grazie, a presto!



2 Luglio 2013 Martedì

Oggi, visto che è caldo ma noi abbiamo fame lo stesso, facciamo un primo gradevolissimo e fresco.

Al lavoro!

Tagliatelle del bosco (27)

Ingredienti per 4 persone:
400 g di tagliatelle
3 peperoni: gialli, verdi, rossi.
2 porri
2 dl di passata di pomodoro
30 g di funghi secchi
Uno spicchio d'aglio
2 dl di yogurt
paprika
2 cucchiai di prezzemolo
Parmigiano grattugiato
Olio d'oliva extra vergine
Sale
Pepe

Preparazione:
1) Mettere a bagno i funghi secchi.
2) Lavare e affettare al velo i porri.
3) Tritare l'aglio sbucciato.
4) Eliminare, nei peperoni, il picciuolo, i semi, le nervature interne. Lavarli bene e tagliarli a listarelle.
5) Mettere in una casseruola due cucchiai di olio assieme a tutte le verdure preparate, aggiungere la passata di pomodoro, salare, pepare e fare cuocere a fuoco basso dieci minuti circa.
6) Lavare, strizzare i funghi e farli cuocere a parte in un filo d'olio per 10 minuti
7) Passare al mixer le verdure preparate, intiepidite, assieme allo yogurt, il prezzemolo e la paprika.
8) Aggiungere per ultimo i funghi e scaldare di nuovo il sugo per 5 minuti.
9) Lessare le tagliatelle e condire.

Vino consigliato: Lizzano Bianco (Puglia).

A presto!



19 Giugno 2013 Mercoledì

Bentrovati... ma che caldo fa?
Benvenuta estate anche per chi come me, non ama il caldo.
Quindi ricette fresche e veloci.


Cheese cake Cristina (26)
Ingredienti per 8 persone:
250 g di biscotti secchi (tipo petit, osvego ecc.)
250 g di zucchero (da suddividere nella crema e nella base di biscotti)
125 g di burro ammorbidito
250 g di formaggio quark (tipo philadelphia)
250 g di yogurt bianco dolce
Un quartino di panna da montare
Tre fogli di colla di pesce.
Tre cucchiai di gelatina o marmellata di albicocche
Frutta di stagione tagliata a dadini (facoltativa)

Preparazione:
1) Mettere a bagno la colla di pesce in acqua fredda per 15 minuti.
2) Sbriciolare i biscotti secchi con il matterello, unire il burro ammorbidito, 100 g di zucchero, impastare bene con le mani e mettere in uno stampo a cerniera livellando il composto; mettere in frigo.
2) Scaldare la gelatina di albicocche, quindi in un attimo farvi sciogliere la colla di pesce.
3) Con una frusta mescolare energicamente il quark, assieme allo yogurt, aggiungere lo zucchero rimasto (150 g), la gelatina di frutta e per ultima la panna montata, con delicatezza, evitando di smontarla.
(A questo punto, volendo, potete aggiungere della frutta a scelta, tagliata a dadini, oppure delle fragoline, melone, pesche ecc.)
4) Mescolare bene ma delicatamente e mettere la crema di formaggi sopra alla base di biscotti. Livellare.
5) Tenere in frigo almeno tre ore (l'ideale sarebbe consumarlo il giorno dopo).

Consigli:
A) Tutti consigliano di mettere i biscotti in un sacchetto da freezer. che al secondo colpo di matterello è già rotto e fa schizzare fuori i vostri biscotti; io vi consiglio,invece, di metterli in un canovaccio pulito tenuto ben chiuso e poi di procedere senza pietà: non perderete una briciola e ci metterete pochi minuti.
Mi saprete dire come è andata? Potete provare entrambi i modi, così vedrete la differenza.
Se pensate di velocizzare il raffreddamento di mettendolo in freezer, sappiate che:
B) Si congela facilmente, quindi dovrete aspettare parecchie ore per riuscire a consumarlo: non scongelaremai alimenti fuori dal frigo.
C) Nel momento in cui lo prendete fuori dovrete consumarlo nel giro di due giorni e non potrete più ricongelarlo.
(Un alimento di questo genere, crudo, non è sano se scongelato e ricongelato: ricordatevi che è formaggio, prodotto di delicata conservazione in estate).

Vino consigliato: nessuno, ovviamente.
Avete voglia di parlare di congelare, surgelare, conservazione cibi?
Se sì fatemelo sapere (non costa nulla un po' di igiene alimentare e soprattutto in estate può evitare anche qualche fastidioso malessere).

Saluti!!!

 

14 Giugno 2013 Venerdì

Ciao a tutti.
Mi scuso per la latitanza causa impegni.
Quindi oggi facciamo almeno due ricette, veloci e appetitose
Mi seguite?

Al lavoro...

Lunelle alle erbe di campo (25)
Ingredienti per 4 persone:
8 crespelle
400 g di ortiche (si possono sostituire con bietole o spinaci)
200 g di radicchio di campo (si può sostituire con radicchio trevisano)
200 g di ricotta fresca
Scorza di mezzo limone grattugiato
2 tuorli
Formaggio grattugiato
Burro
Sale e pepe

Preparazione:
1) Lessare le verdure, tritarle, strizzarle bene e metterle in una ciotola, aggiungere la ricotta, il formaggio grattugiato, i tuorli, la scorza di limone, sale, pepe a piacere e amalgamare bene.
2) Mettere nel mezzo di ogni crespella un poco di ripieno e chiudere a mezzaluna.
3) Disporre le crespelle in una pirofila imburrata e fare gratinare in forno a 180°.
4) Prima di servire lucidare le lunelle con una pennellata di burro fuso.
Avete visto quanto è veloce?
Vino consigliato: Collio goriziano bianco (Friuli Venezia Giulia).


Involtini di melanzane (26)

Ingredienti per 4 persone:
3 melanzane
50 g di prezzemolo
Una manciata di basilico
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
Un uovo
2 pomodori maturi
Uno spicchio di aglio
Una mozzarella da 250 g
Un cucchiaio di pane grattugiato
Un filo d'olio d'oliva extra vergine
Sale e pepe.

Preparazione:
1) Preparare le melanzane: lavarle, sbucciarle, e tagliarle a fettine sottili.
2) Farle sgocciolare con un poco di sale, poi, sciacquare e asciugare bene ogni fetta.
3) Tritare l'aglio, il prezzemolo ed il basilico lavati.
4) Mettere il trito in una ciotola, unendo il parmigiano e l'uovo, mescolare bene.
5) Spalmare su ogni fetta di melanzana una parte del ripieno fino ad esaurimento e arrotolarla strettamente.
6) Ungere una pirofila e spolverizzare con un poco di pane grattugiato e disporre gli involtini ben stretti uno accanto all'altro.
7) Tagliare a pezzi i pomodori e affettare la mozzarella.
8) Cospargere gli involtini con il pomodoro, quindi coprire con la mozzarella.
9) Aggiungere un filo di olio e a piacere un poco di  pepe.
10) Mettere in forno caldo a 190° per 40 minuti.
Vino consigliato: Adrano Rosso (Sicilia)


3 giugno 2013 Lunedì

Buon inizio settimana.
Oggi Vi preparo una ricetta semplice, appetitosa per le Vostre cene veloci.
Veloci da cucinare perché un pasto non lo dovrebbe mai essere: sarebbe necessario stare a tavola almeno 20 minuti.
Se non è possibile a pranzo tentiamo a cena.
Al lavoro...

Persico agli spinaci (24)

Ingredienti per 4 persone:
600 g di pesce persico a filetti
400 g di spinaci lessati tritati e strizzati. (Potete cuocerli il giorno prima).
Burro (io preferisco l'olio d'oliva extra vergine, ma Vi do la ricetta originale)
Due limoni
Una cipolla
6 acciughe salate
Farina
Pepe.

Preparazione:
1) Lavare le acciughe per dissalarle, poi togliere le lische e tritare il rimanente,
2) Metterle in un tegame e farle sciogliere con un cucchiaio di olio extra.
3) Unire gli spinaci e farli ammorbidire e insaporire.
4) Aggiungere la cipolla sbucciata e tritata finemente, pepare a piacere e fare cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti.
5) Lavare i filetti di pesce, infarinarli leggermente e farli dorare nel burro o olio extra, da ambo le parti facendo attenzione a non romperli.
6) Terminata la cottura del composto di cui fanno parte acciughe, spinaci ecc, frullare il tutto, unire il succo di limone e mettere la salsa in una salsiera dove si possa mantenere calda.
7) Servire i filetti direttamente nel piatto di ogni commensale, quindi metter,e su ogni filetto, la salsa ben calda a piacere.
Vino Consigliato: Melissa-bianco (Calabria)


 

31 Maggio 2013. Venerdì

Buongiorno cari amici, come state?

La stagione sta migliorando ma noi stiamo bene comunque, no?
Oggi mi sento in vena di profumarVi la casa con una cosa speciale.
Vorrei che domani mattina alzandoVi trovaste una colazione speciale... ma va bene anche per domenica.
Io non so se esiste l'atmosfera di quel vecchio e famoso mulino, ma Vi garantisco che la ricetta che sto per darVi, se chiuderete gli occhi, anche se abitate al centro di una caotica città, Vi farà sentire in un'altra dimensione.
Provare per credere: io sono sempre qui a sentire ciò che avete da dirmi.
Questa sera, prendete il Vostro/a compagno/a, portatelo in cucina, mettetegli il grembiule, (ci vogliono dieci minuti) e coinvolgetelo nella meraviglia che sto per spiegarVi...
Aspetto notizie.


"Brioche della nonna" (23)

Ingredienti per 4 persone:
(La dimensione delle brioche la decidete Voi, a seconda del tempo e della voglia che avete di fare formine).
400 g di farina
2 uova
30 gr di zucchero
125 gr di burro
Latte
15 g di lievito di birra (un cubetto).
Un pizzico di sale

Preparazione:
1) Mettere in una fiamminga la farina, lo zucchero, il sale, il burro morbidissimo, le uova.
2) Sbriciolare bene al centro il lievito, e aggiungere un mezzo bicchiere di latte tiepido.
3) Mescolare inizialmente con un cucchiaio di legno, quindi usare le mani e impastare fino ad ottenere un panetto uniforme.
(Se fate fatica, lasciatelo fermo 5 minuti poi ricominciate a impastare: si amalgamerà perfettamente).
4) Lavorarlo cinque minuti sulla spianatoia, quindi rimetterlo nella fiamminga in luogo tiepido, coperto con uno strofinaccio pulito.
Farlo lievitare 2 ore.
6) Al temine delle due ore, impastarlo velocemente e formare le brioche... come?
Vi spiego come fare nella maniera più semplice e veloce.
A) Fare dei cordoncini di pasta e formare delle trecce (sapete fare le trecce?).
B) Ancora più semplice: fare dei cordoncini e attorcigliarli su se stessi a spirale.
C) Fare dei triangoli di pasta e partendo dalla base arrotolare la pasta su se stessa e piegare i due vertici verso l'interno.
D) Fare dei rettangoli di pasta mettere un cucchiaino di marmellata al centro e avvolgerli su se stessi...
7) Spennellare la superficie delle "briochine" di latte e mettere a piacere granella di zucchero o nulla.
8) Mettere in forno caldo 160° per circa 30 minuti
E' semplice no?
E vi prego: chiudete gli occhi e annusate...
Se avete dubbi sapete come contattarmi...
Vino consigliato: nessuno, ovviamente, ma una buona tazza di latte o un buon Earl Grey o English Breakfast...



22 Maggio 2013 Mercoledì
Buon Mercoledì..
Di cosa avete voglia oggi?
Primo, secondo, dolce?
Oggi rispondo ad una domanda di Franco che mi ha chiesto la differenza tra i vari tipi di riso.
Riso comune: grani piccoli e rotondi si usa per minestre e dolci, cuoce in 11-12 minuti.
Riso semifino: più grosso, rotondo, si utilizza per minestre e risotti, cuoce in 12-13 minuti.
Riso fino: chicchi lunghi va bene per risotti e con contorni, cuoce in 14-16 minuti.
Riso superfino: chicchi affusolati grossi, si usa per risotti e insalate e cuoce in circa 15-18 minuti.

Ringrazio per la domanda e resto a disposizione: registrateVi nel libro degli ospiti, non si paga nulla ed io comincerò a conoscerVi.
Alla prossima ricetta risponderò a Carla che mi ha chiesto le proprietà delle fragole.
Ho deciso che facciamo un bello sformato con verdure di stagione.


Sformato di fagiolini (22)

Ingredienti per 4 persone:

700 g di fagiolini verdi
100 g di parmigiano o groviera grattugiato
2 carote
80 g di burro
50 g di farina
4 dl di latte
4 uova
Sale, pepe.

Preparazione:
1) Mondare, lavare, lessare i fagiolini e le carote (scusate ma io insisto per la cottura a vapore).
2) Scolare le verdure, tenere da parte alcuni fagiolini ed una carota intera e passare tutto il resto al mixer.
3) Fare soffriggere in una casseruola con 30 g di burro la purea di verdure,mescolando per pochi minuti.
4) Sciogliere a parte il burro rimasto, aggiungere la farina, e diluire con il latte. Cuocere qualche minuto.
(In pratica fare una besciamella: se non sapete come fare guardare nelle ricette filmate, è molto semplice, ma se non l'avete mai fatta per la prima volta va bene dare un'occhiata). ATTENTI AI GRUMI.
5) Togliere dal fuoco fare raffreddare un poco e incorporare la purea di verdure e il formaggio, i tuorli, uno alla volta, e quando il tutto sarà freddo, gli albumi montati a neve. (Altrimenti smontano).
6) Imburrare uno stampo con foro centrale, spolverarlo di farina, quindi disporre come decorazione la carota tagliata a rondelle e i pochi fagiolini tenuti da parte.
7) Versare il composto e cuocere (160° circa) in forno caldo a bagnomaria (dentro un'altra teglia con acqua) per circa mezz'ora.
8) Quando sarà cotto lasciarlo riposare qualche minuto, quindi rovesciarlo e sformarlo.
Vino consigliato: Albana di Romagna (Emilia Romagna)



20 Maggio 2013 Lunedì
Buon inizio settimana.
Oggi Vi propongo una ricetta vegetariana e gustosissima...
Per cominciare bene ed in leggerezza la settimana.
Al lavoro..

Pasta integrale con pesto di lattuga (21)

Ingredienti per 4 persone:
350 g di pasta integrale (la vera integrale è solo quella biologica).
200 g di polpa di zucca
Una lattuga
40 g di pinoli
Un mazzetto di basilico
50 g di ricotta
40 g di parmigiano
Un cucchiaio di germogli di crescione o senape (facoltativo)
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Preparazione:
1) Tagliare la polpa della zucca a dadini, quindi metterla in una padella antiaderente con due cucchiai di olio extra vergine. Farla saltare fino a quando sarà croccante e dorata. Tenere da parte.
2) Mondare la lattuga, lavarla bene, quindi scottarla qualche minuto in acqua bollente (oppure cuocerla a vapore).
3) Mettere la lattuga scottata nel mixer, assieme ai pinoli, alla ricotta, al basilico e al cucchiaio di olio rimasto. Frullare fino ad ottenere una crema liscia.
4) Cuocere la pasta ad dente, quindi condirla con la crema preparata, impiattarla e mettere sopra i dadini di zucca, i germogli e una manciata di parmigiano.
Vino consigliato: (Oggi voglio osare un abbinamento un poco strano) Valdadige (Etschtaler) rosso. Trento Bolzano (Trentino).

Aspetto notizie (a presto).



15 Maggio 2013 Mercoledì

Buon giorno!
Dunque avete visto il nuovo video che ho caricato su youtube?
Trattasi della ricetta di un ottimo soufflé al cioccolato...
E non mi venite a dire che è difficile o che ci vuole molto tempo: guardate il filmato poi vedrete che nulla è come Vi hanno raccontato fino ad oggi.
Seguitemi e Vi renderete conto che molte cose si possono fare con estrema facilità, togliendo la confusione di cui spesso è
"farcita" una ricetta.
Del resto è il mio mestiere da tredici anni insegnare alle Persone a cucinare bene, per essere soddisfatti a tavola, per stare bene in salute e per trovare il modo, senza fare diete ferree, di mantenere un regime alimentare che mantenga in forma.
Non Vi posso promettere di non invecchiare, ma di farlo nella maniera migliore, quello sì...
Non ho formule magiche, solo buone ricette, il giusto apporto di calorie, il buon gusto, e un occhio di riguardo per i prodotti che sono la strada giusta...
Oggi Vi mando una ricetta per chi ama la carne un po' elaborata, ma non troppo pesante: fino a ottobre ricette leggere.

Al lavoro...

Bianco di pollo con crema ai peperoni (20)

Ingredienti per 6 persone:
3 petti di pollo
150 g di spinaci
Una costa di sedano
Una carota
Mezza cipolla
Un mestolo di brodo
5/6 cucchiai di olio extravergine di oliva
Qualche foglia di salvia
Un rametto di rosmarino
Uno spicchio di aglio
Sale
Pepe bianco
Corda per legare o rete di maiale


Preparazione:
1) Mondare i petti di pollo e aprirli a libro (devono venire sei pezzi aperti).
2) Pulire gli spinaci e se Vi va cuocerli a vapore, oppure come fate di solito.
3) Scolarli, strizzarli bene e suddividerli nei petti di pollo.
4) Legare i petti di pollo. (Da un'estremità legarli a cappio, quindi con un anello alla volta arrivare all'altra estremità).
5)Mettere i petti in una pirofila da forno e irrorarli di olio e profumare con la salvia, rosmarino, aglio in camicia per chi non ne ama il sapore troppo forte. Cuocere in forno caldo a 180° per 25 minuti circa. A cottura ultimata regolare di sale e a piacere di pepe.
6) Preparare un battuto, come per un ragù, con il sedano, la carota e la cipolla
7) Lavare i peperoni, tritarli grossolanamente e aggiungerli nel battuto di verdure, fare soffriggere bene e aggiungere il brodo, portare a cottura, circa 20 minuti, (la verdura deve restare croccante), regolare di sale, quindi passare tutto al passaverdura o al mixer. Tenere il caldo la salsa ottenuta.
8) Prendere i petti pronti, tagliarli a fettine di circa 2 cm.
9) Versare nei piatti individuali qualche cucchiaio di crema di peperoni e adagiarvi sopra le fettine di carne. Servire ben caldo, ma anche il giorno dopo freddo di frigo è ottimo.
Vino consigliato: Colli Bolognesi (Trebbiano o Riesling) Bologna Emilia Romagna
Domande ricorrenti.
Come si lega la carne? Provvederò presto a caricare un filmato in cui Vi farò vedere un modo semplice per legare ogni tipo di carne, arrosti ecc.
Per il brodo potete usare quello che è uscito dagli spinaci
L'aglio in camicia non è altro che l'aglio ancora nella sua buccia.
Potete aumentare la dose di verdure da mettere coi peperoni, o addirittura se non Vi piacciono i peperoni, fare la salsa con solo sedano, carote e cipolle.
Se avete problemi di colesterolo per cui l'olio cotto non fa per Voi, (anche se l'olio extravergine d'oliva non contiene colesterolo) sostituitelo con la birra, sia per il ragù che per la carne... meno calorie, meno grassi ottimo risultato.
Che altro... eventualmente se avete bisogno sapete dove trovarmi.
Ciao
 



10 Maggio 2013 Venerdì

Buona giornata, carissimi.
Sono alcune settimane che cerco di pensare come il mio sito Vi possa essere utile.
Le ricette sono semplici e schematiche in modo che con un'occhiata possiate leggere, capire, realizzare la Vostra ricetta.
Avendo insegnato cucina, soprattutto a persone adulte, sono abituata ad un contatto diretto che mi permette di dare consigli utili a gente che ama tanto la cucina da dedicarci del tempo libero...
Come posso fare per essere utile anche a Voi?
Per poterVi consigliare sui prodotti, su come risparmiare, su ciò che fa bene o è dannoso alla salute...
Volete aiutarmi scrivendomi?
Aspetto, mi raccomando, cerchiamo di completare assieme ciò che manca ancora a queste pagine per essere migliori?
Adesso passiamo alla ricetta.
Oggi facciamo una ricetta che sa proprio di primavera ed è velocissima.
Al lavoro...

Filetti di sogliola con fiori di zucca e nero di seppia (19)

Ingredienti per 4 persone:
8 filetti di sogliole di circa 200 g l'una
20 fiori di zucca
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
Farina
Brodo di pesce (oppure vegetale)
Nero di seppia, facoltativo (ci sono le confezioni già pronte).

Preparazione:
1) Pulire accuratamente i fiori di zucca e metterli in una pirofila da forno.
2) Lavare i filetti di sogliole, asciugarli, passarli nella farina.
3) Sistemare i filetti sopra i fiori di zucca.
4) Emulsionare l'olio ed il nero di seppia assieme ad un cucchiaio di brodo vegetale.
5) Mettere in forno a 200° per 10 minuti circa.
Vino consigliato: Val d'Arbia (provincia di Siena) Toscana

Domanda ricorrente:
Se non ho il brodo vegetale?
Vi consiglio di conservare l'acqua di cottura delle verdure, filtrarla e in un contenitore adatto conservarla in freezer.
Se poi decidete di abituarVi a cuocere le verdure a vapore il brodo è fatto: lo prendete direttamente dal contenitore della pentola.
Altra domanda: la vaporiera è costosa e difficile da lavare..
Esiste per le persone pratiche e con poco tempo, ma tanta voglia di salute, un semplice tegame in acciaio con una vaschetta forata con coperchio: acqua sotto, verdure nella vaschetta, coperchio e dopo un'ora avete verdure come non le avete mai mangiate. Immaginate le patate che non sanno di acqua, ma sono sode, e le verdure verdi che profumano e non disperdono le vitamine.. AttrezzateVi e poi sappiatemi dire.

Buona domenica amici miei



6 Maggio 2013 Lunedì

Buon inizio settimana..
Oggi facciamo una torta salata che si può servire sia come secondo piatto, sia come antipasto.
Ovviamente useremo verdura di stagione che nel giusto periodo dell'anno è sicuramente fresca, non conservata e costa meno.
Al lavoro...

La quiche ai carciofi (18)
Ingredienti per 6 persone:
Una pasta brisè (cercare nelle ricette base)
4 grossi carciofi
500 g di carote
3 cipolle rosse di tropea
200 ml di panna fresca (io metto il latte che rende il ripieno più leggero)
100 g di emmenthal
3 uova freschissime
25 g di burro
30 ml. di olio d'oliva extravergine
Sale, pepe
Noce moscata

Preparazione:
1) Pulire e lavare i carciofi, tagliarli a fettine e immergerli in acqua e limone per non farli annerire.
2) Pulire, mondare e affettare le carote, le cipolle e metterle assieme.
3) Tagliare a dadini l'emmenthal,
4)In una padella scaldare l'olio e aggiungere i carciofi: fare scottare per circa 10 minuti.
5) In un'altra padella mettere il burro, farlo sciogliere, quindi farvi saltare le cipolle e le carote per alcuni minuti.
6)Sbattere in una fiamminga le uova, aggiungere: sale, pepe, noce moscata e il latte o la panna, mettere in attesa.
7) Fare scaldare il forno a 180°.
8) Imburrare una pirofila rotonda (ma va bene anche rettangolare) ø 24, spolverizzare con farina quindi stendere la pasta brisé (forare).
9)Disporre sopra le verdure a strati: carote e cipolle, quindi sopra i carciofi disposti a raggiera.
10) Coprire il tutto in formaggio, quindi con la emulsione di uova e latte.
11) Mettere in forno per circa 40 minuti.


 

3 Maggio 2013 Venerdì
Bella questa settimana: si è lavorato praticamente due giorni si uno no, a meno che non lavoriate nella ristorazione per cui si lavora un giorno sì, un giorno sì, un giorno sì..
Ma per chi ama la cucina è un divertimento, una passione, quasi tutto..
Cosa facciamo oggi?
Non mi dispiacerebbe affatto se chi visita il mio sito chiedesse le ricette che vuole fare o consigli: non siate timidi, io Vi ascolto molto volentieri..
Non avendo richieste anche oggi decido io, ma, coraggio, chiedete...
Al lavoro...

Vellutata di avocado (17)

Ingredienti:
400 g di patate
2 porri
Un grosso avocado maturo oppure due piccoli
Un ciuffo di prezzemolo
Mezzo litro di latte
40 g di burro o 3 cucchiai di olio d'oliva extravergine
Pepe bianco
Brodo di verdure q.b.
1 pizzico di sale grosso

Preparazione:
1) In una padella grande o in una casseruola, fondere il burro o l'olio, quindi aggiungere i porri lavati, mondati e tagliati a striscioline, quindi farli appassire
2) Aggiungere le patate pelate, lavate e tagliate a dadolini, farle rosolare qualche istante.
3) Bagnare il tutto con brodo di verdure, 2 cucchiai di latte e un poco di sale grosso. Cuocere la minestra per 25 minuti.
4) Passarla al frullatore.
5) Rimettere la vellutata nel tegame,aggiungere il prezzemolo tritato e la polpa di avocato passata al frullatore assieme al latte rimasto.
6) Mescolare bene, fare scaldare e servire subito.

Non è semplicissima? Ma ha un sapore..
Vino consigliato: Lison Pramaggiore Chardonnay (bianco) (Veneto).



Vi ricordo che sotto alle numerose ricette del giorno c'è il mini corso di Cucina Mediterranea che lascio a Vostra disposizione.
E' un corso che ho adattato per Voi dalle mie lezione di cucina. E' molto semplice e interessante. Ve lo consiglio.



29 Aprile 2013 Lunedì

Buon inizio settimana a tutti.
Se abitate al Nord anche oggi avete visto la pioggia, se siete del Sud (beati) avete avuto una magnifica giornata di sole..
Comunque sia stasera Vi aspettate una cena degna di una lunga giornata di lavoro ed io spero di darVi la ricettina giusta.
Un bel pensiero per la serata? Dopodomani è festa, dopodomani è festa, dopodomani è festa....
Ecco dunque una ricetta semplice, veloce e poco costosa
Al lavoro...

Fricassea di carciofi (16)

Ingredienti per 4 persone:
8 carciofi piccoli
3 uova
Uno spicchio di aglio
Un ciuffo di prezzemolo
2 limoni
Parmigiano
Burro o olio extravergine d'oliva
Sale
Pepe

Preparazione:
1) Mondare i carciofi eliminando i gambi (che sono ottimi cotti a vapore), le foglie più dure, le punte spinose.
2) Dividere ogni carciofo in quattro spicchi, togliere l'eventuale fieno, quindi metterli in una terrina con acqua ed il succo di un limone e mezzo per 30 minuti circa.
3) Scolare i carciofi, dividere ogni quarto a metà e metterli in una casseruola con il burro o l'olio, un trito di prezzemolo, sale, pepe. Cuocere a fuoco basso mescolando di tanto in tanto.
4) Nel frattempo, in una fiamminga, sbattere le uova con due cucchiai di acqua, il succo di mezzo limone e due cucchiaiate di parmigiano grattugiato.
5) Versare queste uova nella casseruola dove intanto i carciofi si saranno cotti, mescolando rapidamente tenendo fiamma moderata.
(Le uova non dovranno asciugarsi ma restare cremose).
6) Servire subito.
Vino consigliato: Bianco Capena (Lazio)


26 Aprile 2013 Venerdì
...e quelli che sono rimasti a casa?
Beati quelli che sono in viaggio, quelli che fanno il ponte e quelli che sono contenti anche se sono a casa..
Per questi ultimi in particolare, ma senza escludere gli altri, oggi prepariamo la nostra ricetta..
Che ne dite di un bel dessert? Ogni tanto fa bene al cuore, ed al palato.
Al lavoro...

Dolce ligure (15)

Ingredienti:
250 gr di pan di Spagna (ricetta base nel sito)
250 g biscotti secchi
3 tuorli freschissimi
100 g di burro ammorbidito
250 g di mascarpone
1 o 2 banane mature
Cacao dolce
1/2 litro di latte (si può sostituire con uno sciroppo di zucchero)
Rum o limoncino a piacere (se lo servite ai bambini sostituite con succo di arancia)
Amaretti da sbriciolare sopra il dolce (4 o 5) facoltativi

Preparazione:
1) Mettere i tuorli con 100 g di zucchero ed il burro.
2) Mettere in un'altra terrina la banana, pestarla bene, quindi aggiungere il mascarpone ed il restante zucchero.
3) Sistemare in una pirofila di vetro o porcellana rettangolare di grandezza media il pan di Spagna, bagnarlo con il latte mescolato al liquore e fare uno strato. Inzupparlo bene.
4) Mettere la crema al burro spalmandola bene. Spolverizzare con metà cacao.
5) Fare, quindi, uno strato di biscotti secchi inzuppati con la stessa miscela, sopra alla crema di burro.
6) Aggiungere la crema di mascarpone e banane, uniformarla bene e aggiungere il restante cacao.
7) Sbriciolare sopra gli amaretti e mettere in frigo almeno due ore prima di servire.

Nota bene
Per capirci: se lo volete alcolico fate una miscela di latte e liquore a Vostro piacere.
Se lo fate anche per dei bimbi Vi consiglio di fare uno sciroppo con circa 1/2 litro di acqua e 250 g di zucchero. Fate sciogliere e sobbollire qualche minuto, quindi unite il succo di una bella arancia grossa. Fate raffreddare, altrimenti si sciolgono sia burro che mascarpone, e sostituite al latte e liquore.
Se non sapete fate il pan di Spagna, sul sito trovate il link su cui cliccare per vedere la ricetta filmata fatta da me.
Vino consigliato: Malvasia di Bosa (Sardegna)
Buon fine settimana a tutti!



25 Aprile 2013

Buona giornata di Festa; meraviglioso il 25 Aprile: la Liberazione e un giorno di festa vita natural durante.
Due regali di cui siamo debitori ai nostri nonni o genitori. Non dimentichiamolo mai.
Quindi godiamoci al meglio la giornata.
Avete voglia di fare una ricettina col pesce? Niente paura è semplice, soprattutto per chi non lo sa cucinare e vuole provarci o cominciare.
Al lavoro...

Linguine allo scoglio alle vongole veraci e zucchine (14)

Ingredienti per 4 persone:
500 g di vongole veraci
300 g di linguine
4 zucchine medie
1 scalogno
1 spicchio di aglio
20 g di prezzemolo tritato
2 bicchieri piccoli o 1 grande di vino bianco
100 gr di olio extravergine di oliva (circa 6 cucchiai)

Mettere a bagno le vongole per qualche ora cambiando l'acqua almeno tre volte.

Preparazione:
1) Mettere le vongole in una padella con il vino bianco, chiudere con il coperchio e farle aprire.
2) Nel frattempo lavare, asciugare e tagliare le zucchine a filetti non troppo piccoli, versare metà olio in una teglia antiaderente mettere le zucchine, con sopra lo scalogno tritato. Fare cuocere in forno circa 15 minuti.
3) In una padella mettere il restante olio, soffriggere l'aglio e quando sarà biondo aggiungere le vongole già aperte.
4) Aspettare che buttino fuori un poco di acqua (dieci minuti coperte) quindi aggiungere il prezzemolo e le zucchine tolte dal forno. Salare e fare asciugare un poco.
5) Cuocere le linguine in abbondante acqua salata, scolarle al dente e metterle nella padella con le vongole e zucchine.
6 ) Farle insaporire facendole saltare (non importa facciate acrobazie, basta mescolarle con una forchetta di legno).
A piacere mettere in poco di peperoncino piccante.
Servire caldissimo.
Vino consigliato: Vernaccia di Oristano (Sardegna).



24 Aprile 2013 Mercoledì

Eccomi tornata per darVi una ricetta non facilissima, ma con verdure di stagione e di sicuro effetto.
Oggi Vi propongo un soufflé.
Detta così sembra complicata, ma con qualche accorgimento andrà bene, vedrete.
Procediamo..

Soufflé agli asparagi (13)

Ingredienti per 4 persone:
1kg di asparagi
2 tuorli
4 albumi
Un quarto di latte
40 g di farina
40 g di parmigiano grattugiato
Una grattugiata di noce moscata
30 g di pangrattato per cospargere lo stampo
40 g di burro e un velo per lo stampo
Sale, pepe.

Preparazione:
1) Cuocere gli asparagi meglio se a vapore, oppure metterli legati in un pentolino alto dove si sistemeranno in piedi (se avete il tegame apposta non avete bisogno dei miei consigli). Cuocerli 15 minuti, scolarli e tagliarli a pezzetti piccoli eliminando le parti dure.
2) Preparare una besciamella: sciogliere il burro senza farlo friggere, toglierlo dal fuoco, mettere la farina, mescolare bene. Aggiungere il latte (attenti ai grumi) mettere sul fuoco e fare cuocere fino ad addensamento. (Dieci minuti circa).
3) Togliere dal fuoco, aggiungere il parmigiano grattugiato, la noce moscata, sale, pepe.
4) Lasciare intiepidire e mettere i tuorli uno alla volta.
5) Intanto che il composto si raffredda, montare a neve fermissima i 4 albumi e aggiungerli al composto ormai freddo avendo cura di non smontali.
6) Ungere uno stampo da soufflé di 20 cm di diametro con un velo di burro, spolverizzarlo con il pangrattato e versare il composto.
7) Mettere in forno già caldo (180°/190° dipende dal forno) per circa 30 minuti.
8) Togliere dal forno e servire IMMEDIATAMENTE.
RICORDATEVI CHE GLI OSPITI DEVONO ASPETTARE IL SOUFFLE' E NON VICEVERSA.
Nota bene
Gli albumi devono essere perfettamente montati: se avete dubbi rovesciate il contenitore dove li avete lavorati, se stanno incollati nonostante la forza di gravità sono montati bene. Il contenitore deve essere perfettamente asciutto e pulito, come pure le fruste che usate.
Quando li amalgamate all'impasto fatelo con una frusta mescolando dall'alto al basso: vedrete che non perderanno consistenza.
Per controllare meglio se il soufflé sta crescendo "bene" sarebbe meglio se lo stampo fosse di vetro trasparente.
Per altri dubbi sapete dove trovarmi.

Vino consigliato: un bianco della zona Brescia Verona (Lombardo Veneto).
Una volta si chiamava TOCAI, adesso si chiama FRIULANO.
Il friulano è il vitigno  tocai, ma da qualche anno è una DOCG ungherese, quindi in Italia ha dovuto prendere un nome diverso.
Ciao.



22 Aprile 2013 Lunedì.

Buon inizio settimana, piove anche da Voi?
Pazienza, anche se la stagione non è ancora al massimo cerchiamo di consolarci con una buona ricetta che ci faccia rilassare e sorridere, quando andiamo a tavola.
Non essendo stata presente la settimana scorsa, per questa ho programmata un Menù intero, composto di almeno 4 ricette, così potrete scegliere come mettere a tavola i Vostri cari con qualche idea in più.
Al lavoro..

Gnocchi Pazzi al Pesto (12)

Ingredienti per 6 persone
Per gli gnocchi:
500 g di patate
500 g di farina
50 g di farina di castagne;
sale grosso
Per il pesto,
2 grandi manciate di basilico;
2 cucchiai di pinoli;
30 g di parmigiano grattugiato;
30 g di pecorino grattugiato;
2 spicchi d'aglio;
olio extra-vergine di oliva;
sale.

Preparazione:
1) Fare il pesto: lavare e asciugare le foglie di basilico, metterle in un mortaio con l'aglio, i pinoli, un pizzico di sale grosso.
2) Pestare bene gli ingredienti e dopo unire i formaggi. Mescolare bene.
3) Mettere il composto in una ciotola e unire l'olio, dovrà risultare una
crema liscia e di giusta densità.
4) Fare gli gnocchi: lessare le patate, pelarle e passarle nello schiacciapatate, mescolare le farine, unire alle patate e impastare il tutto, poi ricavare dall'impasto dei lunghi cilindri, tagliarli a pezzetti di 2/3 centimetri, passarli sul rovescio di una grattugia, o sui rebbi di una forchetta, premendoli leggermente con il pollice.
5) Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolarli, condirli con il pesto.
(Se occorre allungatelo con un pò d'acqua di cottura degli gnocchi.)

NOTA BENE

Potete fare il pesto mettendo tutti gli ingredienti nel mixer, verrà meno denso perché le lame rompono la fibra del basilico facendo uscire l'acqua.
Se riuscite cuocete le patate a vapore, resteranno più sode, non si riempiranno di acqua e sarà più facile impastare e tenere assieme la pasta.

Vino consigliato: Vino bianco Cinque terre (Liguria).



13 Aprile 2013 Sabato sera..

Scusate se non sono riuscita a darvi la ricetta in giornata, ma oggi è stata una giornata "piena".
Ho cercato di immaginare che cosa potevate avere in casa da qualche giorno e che non avete ancora utilizzato.. per esempio delle zucchine.
Questa ricetta è FAVOLOSA ed è un modo sicuro per fare mangiare la verdura a chi non la ama, persino ai bambini.

Sformatini di zucchine (11)

Ingredienti per 8 persone (8 sformatini monodose)
1,2 Kg di zucchine
3 uova
2 cipolle
150 g di panna liquida
150 g di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale, noce moscata
Burro e pangrattato per rivestire gli stampini
(così i vostri capolavori si staccheranno perfettamente).

Preparazione:
1) Lavare, tagliare le zucchine a tocchetti.
2) Lavare, tagliare le cipolle a tocchetti.
3) In una padella mettere l'olio, le cipolle e le zucchine, quindi farle cuocere per 20 minuti.
4) Fare intiepidire e passare al mixer.
5) Unire,in una fiamminga, alle cipolle e zucchine, la panna, il parmigiano, sale, noce moscata e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
6) Imburrare e passare il pangrattato negli stampini, quindi suddividere il composto preparato
(ne verranno 8 o 9, riempiti per 3/4).
7) Mettere a cuocere in una teglia di alluminio a bagno-maria per circa 45 minuti.
8) Fare intiepidire, rovesciare e servire con salsina di pomodoro.
(Il giorno dopo a temperatura ambiente sono ancora più buoni!).

Vino consigliato: Pinot grigio del Friuli.

Mi fate sapere se vi sono piaciuti?
Buona domenica a tutti.



10 Aprile 2013 Mercoledì

Buon giorno a tutti.

Certo ci vuole fantasia per considerare oggi proprio un buon giorno..
La crisi che impera, qualche folle in giro per il mondo..
Facciamo il tifo perchè tutto si risolva al meglio.
Facciamo ognuno del nostro meglio...come regola.

Oggi prepariamo la ricetta di un piatto unico, ancora invernale, (serve il forno) perché viste le temperature ed il conseguente costo delle primizie, direi di rinviare la cucina primaverile di qualche giorno.
Procediamo.

Pasticcio di maiale in crosta (10)

Ingredienti per 4 persone:
Per il ripieno:
400 g di lonza di maiale tagliati a dadini
250 g di pancetta a dadini
2 cipolle tagliate a dadoni
600 g di patate tagliate a dadini
Uno spicchio di aglio
Mezzo bicchiere di vino bianco
Un rametto di rosmarino
Un rametto di salvia.
sale, pepe, olio extravergine d'oliva

Per la "crosta"
300 g di farina
150 g di burro ammorbidito
1 uovo (a piacere)
Qualche cucchiaio di acqua solo se necessario

Preparazione:
1) Impastare la farina con il burro e l'uovo a piacere, aggiunge se necessario qualche cucchiaio di acqua fredda (avete fatto la pasta brisé con l'uovo), mettere in frigo trenta minuti.
2) Tagliare a dadini di 3 cm, circa, la lonza.
3) Sbucciare, lavare e tagliare a tocchetti le patate e metterle a lessare in poca acqua (io le cuocio a vapore, provate per sentire la differenza).
3) Mettere in una padella antiaderente la pancetta e farla rosolare assieme alla lonza: solo nel casa si asciughino troppo aggiungere un filo d'olio, quindi aggiungere le cipolle tagliate a pezzi non troppo piccoli. Mettere il vino e lasciare... sfumare. Cuocere mescolando per circa 20 minuti, non di più.
4) Foderare uno stampo da plumcake,imburrato e infarinato, di grandezza media con la pasta precedentemente preparata. Conservare un terzo della pasta per ricoprire. Foderare anche i bordi e fare fuoriuscire un poco di pasta ai lati. Forare bene la pasta.
5) Unire le patate alla carne cotta, profumare con le erbe e con l'aglio tritato finissimo, se vi piace.
6) Riempire lo stampo foderato con il ripieno intiepidito, quindi ricoprire con la pasta tenuta da parte. Chiudere ermeticamente, per non fare uscire il contenuto. Forare bene e fare un "camino" con una formina da biscotti molto piccola.
7) Mettere in forno per 40 minuti a 180° circa.
Caldo è ottimo, ma anche freddo il giorno dopo è molto, molto buono.

Vino consigliato: Io metterei un Traminer aromatico bianco trentino che fa esaltare la miriade di sapori della ricetta..

Buona cena



6 Aprile 2013 Sabato

Cari appassionati di cucina, Vi annuncio che, distratta, ho fatto le ricette in ordine sbagliato: la più recente è sotto la più vecchia sopra.
Quindi quando aprite la pagina della ricetta del giorno sembra sempre uguale..
Da oggi si cambia metodo.
Bando alle ciance, oggi Vi propongo una ricettina veloce, squisita ed economica, che potete preparare oggi e magiare domani.

Cosce di pollo al cartoccio (9)

Ingredienti per 4 persone:
4 cosce di pollo
100 g di prosciutto crudo a fettine
300 g di funghi champignons
20 g di funghi secchi (a piacere)
4 cucchiai di Marsala o Cognac
Uno spicchio di aglio
Un ciuffo di prezzemolo
Olio d'oliva extravergine
Sale, pepe.

Preparazione:
1) Mondare e lavare gli champignons. Mettere a mollo quelli secchi.
2) Fare rosolare in un filo d'olio: l'aglio i funghi tritati grossolanamente, il prezzemolo, sale e pepe.
3) Preparare 4 fogli di carta di alluminio, adagiarvi le cosce salate appena e avvolte nelle fette di prosciutto.
4) Aggiungere i funghi intiepiditi.
5) Spruzzare con qualche goccia di Marsala o Cognac.
6) Chiudere i cartocci e mettere in forno già caldo 180° per circa un'ora e mezza.

Nota bene
Si possono mettere le cosce in un unico cartoccio, ma poi farete un po' fatica a servirle: ogni cartoccio un commensale che aprendolo trova la sua salsina, senza sprechi o altro.
Se avete un pezzetto di formaggio molle avanzato potete aggiungerlo all'interno del cartoccio.
Vino consigliato: Orvieto secco (Umbria).

Buona domenica.



24 Marzo 2013
Gentili Web-Gourmet, Vi annuncio che
nella settimana dal 25 al 31 marzo,
pubblicherò una ricetta al giorno per i Vostri menù Pasquali.

 

Lunedì 25 Marzo 2013

 

Buona settimana Santa a tutti. Qui da noi continua a piovere, ma noi non ci lasciamo demoralizzare...
Domenica è Pasqua e dobbiamo essere pronti per un Pranzo da re...
E per quanto riguarda la stagione: non può che migliorare e se non migliora, faremo sorridere la nostra famiglia con dei piatti meravigliosi, perché la cucina è "passione regalata a chi ami".

Cominciamo con un antipasto che va bene sulla tavola di Pasqua, ma se avanza diventa perfetto anche freddo tagliato a quadretti per la gita fuori porta di Pasquetta (se non piove)

 

Procediamo:

Flan Bourguignon (1)
Ingredienti:
Un panetto di pasta brisé (vedi ricetta base)

Ingredienti ripieno:
1 kg di porri (acquistatene un chilo poi mondateli)
150 g panna (io per renderlo più leggero metto il latte)
3 cucchiai di olio d'oliva extravergine
2 cucchiai di farina
100 g di emmenthal grattugiato
Sale, noce moscata.

Serve una pirofila rotonda di 24/26 Ø

Preparazione:
ACCENDERE IL FORNO A 180°
1) Stendere la pasta brisé nella teglia imburrata e infarinata.
2) Preparare i porri: pulirli dalle parti non edibili, lavarli, quindi tagliarli a striscioline sottili.
3) Mettere in una padella i 3 cucchiai di olio, e aggiungere i porri cuocendoli finché non saranno appassiti, ma non rosolati. (Se si asciugano troppo aggiungere qualche cucchiaio di acqua).
4) Quando saranno pronti, spolverizzarli con la farina, aggiungere il latte o la panna e una parte del formaggio grattugiato.
5) Sistemare il ripieno di porri nella pasta, livellare, aggiungere il resto del formaggio e volendo qualche fiocchetto di burro (io non aggiungo mai grassi non indispensabili, ma se volete una superficie più morbida fate pure).
6) Cuocere in forno caldo per 30/40 minuti.
(Il tempo effettivo dipende dal forno: ventilato, statico, nuovo o vecchio, ognuno conosce il proprio e non ce n'è uno uguale all'altro.)

Consiglio: E' ottima appena sfornata, ma il giorno dopo, conservata in frigo in contenitore è ancora buonissima. Si conserva quasi una settimana.

Vino consigliato: il piatto è della cucina francese, quindi se vi piace un buon Borgogna bianco o rosè ci stanno bene.

Se invece preferite i vini italiani, un Est Est Est laziale, un Verdicchio marchigiano che richiama il sapore del porro, un Locorotondo pugliese o un Vernaccia di San Gimignano, andranno benissimo.

Niente frizzantini che non mi piacciono!

Ciao a domani.

Martedì 26 Marzo 2013

Salve, oggi per continuare i menù di Pasqua prepariamo un secondo velocissimo e delizioso.
Ma non solo, anche particolare...

 

Gamberoni saltati al Cognac (2)

Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di gamberoni
10 rametti di prezzemolo
6 scalogni
6 cucchiai di Cognac
2 pizzichi di zucchero
1 peperoncino verde fresco oppure due secchi (a piacere)
4 cucchiai di olio d'oliva extravergine
20 gr di zenzero fresco
Sale, pepe.

Preparazione:
1) Versare il Cognac in una scodella e aggiungere lo zucchero: mescolare fino a quando quest'ultimo sarà sciolto.
2)Sciacquare i gamberoni senza sgusciarli, quindi metterli su di uno strofinaccio ad asciugare.
3) Lavare il prezzemolo, asciugarlo e tritarlo, quindi fare la stessa cosa con gli scalogni.
4) Scaldare l'olio in uno wok o in una grande padella antiaderente.
5) Aggiungere gli scalogni, il peperoncino e lo zenzero, cuocere a fuoco vivo per 5 minuti.
6) Mettere i gamberoni e farli saltare per 5 minuti (fino a quando non cambieranno colore).
7) A questo punto mettere il Cognac e fiammeggiare.

(Fate attenzione, per le signore: capelli raccolti).

8) Salare, pepare a piacere, aggiungere il prezzemolo, mescolare e servire in tavola.

Vino consigliato: Vermentino di Sardegna.

A domani....

Mercoledì 27 Marzo 2013

Buon pomeriggio a tutti.

Non è ancora la stagione delle ricette primaverili: la Pasqua è in anticipo e la primavera è in ritardo. Rimandiamo le primizie al mese di aprile, e per questa Pasqua, prepariamo un Menù che sia adatto anche a questa stagione...volubile.

 

Oggi metterò in rete un secondo di carne che va cotto al forno: semplice, si può preparare in anticipo anche di un paio di giorni (va conservato già cotto), e si può consumare sia caldo che freddo.

 

Rifreddo Principessa (3)

Ingredienti per 6 persone:
150 g di manzo a fette sottilissime
150 g di lonza di maiale a fette sottilissime
150 g di tacchino... come sopra
100 g di mortadella affettata
100 g di prosciutto affettato
70 g di Parmigiano Reggiano tagliato a lamelle sottilissime
30 g di pistacchi sbucciati
2 uova
2 bicchieri di Marsala
Latte se necessario
Noce moscata
Sale, pepe

Preparazione:
1) Marinare le carni nel Marsala, in tre ciotole separate.
(se il tacchino o altro non vi piace cambiate in pari peso della carne che preferite)
2)Foderare uno stampo da plumcake con carta da forno bagnata e strizzata, lasciando debordare un poco gli orli.
3) Fare un primo strato di prosciutto (circa metà, foderando bene anche i lati dello stampo).
4) In una ciotola rompere le uova, aggiungere la noce moscata, sale e pepe: per rendere il tutto più morbido mettete 2 cucchiai di latte (non di più).
Questa miscela serve per bagnare gli strati di carni e farli agglomerare.

5) Comporre il rifreddo:

sopra al prosciutto
uno strato di manzo
miscela di uovo (spennellato)
uno strato di mortadella
uno strato di Parmigiano
miscela di uova (spennellato)
uno strato di lonza
uno strato di prosciutto
miscela di uova (spennellato)
e infine il tacchino,
proseguire così fino ad esaurimento ingredienti.
Tra uno strato e l'altro se vi piacciono potete mettere i pistacchi, ma non sono indispensabili ai fini della ricetta.

6) Terminati gli ingredienti mettere un cucchiaio del Marsala usato per la marinatura.
7) Sigillare con carta da forno prima e con carta di alluminio sopra.
8) Mettere in forno già caldo a 180° per circa un'ora e un quarto.
9) Quando verrà tolto dal forno farlo raffreddare ponendo un peso sopra in modo che si compatti bene.
(Non servitelo prima di un'ora, ma una volta raffreddato potete conservarlo in frigo un paio di giorni).
Io lo preferisco freddo il giorno dopo.

Vino consigliato: Sangiovese di Romagna, Chianti toscano, o Negroamaro di Sicilia.

Domani parliamo di primi piatti..

 

 

Venerdì 29 Marzo 2013 Venerdì Santo

Carissimi appassionati di cucina, mi scuso perché ieri non sono proprio riuscita a mandare la ricetta, quindi oggi ne metto due..

Domani è l'ultimo giorno utile per i Vostri acquisti,allora gambe in spalla e vediamo cosa possiamo fare: una ricetta veloce, l'altra un po' più elaborata.

Veloce ma molto appetitosa

Sugo mediterraneo di pomodori secchi (4)

 

Ingredienti per 4 persone:
350 gr di pomodori secchi (vanno messi a mollo mezza giornata in acqua e aceto).
100 g di acciughe
100 g di capperi
100 g di olive
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
Sale, Brodo.

Per saltare la pasta:
Pane grattugiato da cospargere sulla pasta condita.
Aglio (per profumare il pane)
Prezzemolo.

Preparazione:
1) Mettere in una padella antiaderente: l'olio extra,scaldarlo, quindi i pomodori tagliati a pezzetti, le acciughe schiacciate con una forchetta, le olive tagliate a pezzetti e i capperi.
2) Scottare il tutto, quindi aggiungere un mestolo di brodo (se non lo avete un quarto di dado
SENZA GLUTAMMATO, e un mestolo di acqua calda); lasciare cuocere dieci minuti.
Il sugo deve risultare abbastanza liquido ma non troppo acquoso.
3) A questo punto cuocete la pasta (ci vorrebbero i maccheroni alla chitarra, ma vanno bene anche fusilli già pronti).
4) Quando è al dente scolarla e metterla nella padella col sugo. Farla saltare come sapete fare Voi..

Parte facoltativa: uso del pane.

Mettere la pasta in pirofiline individuali, aggiungere un filo d'olio nel pane grattugiato
assieme all'aglio intero o tritato a seconda dei gusti,mescolare,quindi metterne un pugno in ogni pirofilina.
Mettere in forno caldo 10 minuti, togliere, aggiungere il prezzemolo tritato e servire subito.

Vino consigliato: Leverano bianco (Puglia)

 

Seconda ricetta di oggi Venerdì 29 Marzo

Ravioli di gamberi e carciofi (5)

Ingredienti per la pasta:
400 g di farina
4 uova

Ingredienti per il ripieno:
5 cuori di carciofi
400 g di gamberi
2 uova
Olio extravergine d'oliva
Aglio
Prezzemolo tritato

Ingredienti per la salsa:
2 cucchiai di fecola
3 cucchiai di olio extravergine
1 cucchiaio di Vermut extra dry
1 cucchiaio di semi di sesamo ridotto in polvere
50 g di burro
Sale, pepe.

Preparazione:
1) Per la pasta impastare i 400 g di farina con le 4 uova.
Stendere la pasta in quadrati di 6 cm circa.

Ripieno:
1) Pulire i carciofi sbucciando i gambi e eliminando le foglie esterne. Tagliarli a metà ed togliere il fieno. Affettarli a spicchi sottilissimi e rosolarli nell'olio extravergine d'oliva assieme ad uno spicchio d'aglio per 15 minuti.
2) Sgusciare e pulire i gamberi, togliere l'intestino con uno stuzzicadenti. Lavarli bene.
Aggiungere i gamberi ai carciofi, quindi il prezzemolo. Cuocere ancora 10 minuti.
(Se risulta troppo asciutto mettere due cucchiai di acqua).
3)Togliere dal fuoco e dopo aver lasciato intiepidire frullare il tutto. Aggiungere le due uova, regolare di sale e pepe.
4) Riempire i quadrati di pasta con il ripieno, chiuderli bene e lessarli al dente.

Salsa:
5) Nel frattempo fare fondere il burro, unire la fecola, il sesamo, stemperare con il vermut, quindi addensare la salsa. Regolare di sale e pepe. Versare il condimento sui ravioli e servire caldissimi.

Vino consigliato: Velletri bianco (Lazio)

BUONA PASQUA!

SORPRESA!

Ho pensato che Vi avrebbe fatto piacere avere qualche ricetta per un dessert veloce, anzi due...

Avete voglia di fare un Pan di Spagna?

La ricetta base è sul sito e anche filmata.

Le due ricette che vi darò sono molto semplici.

 

Bocconcini al cioccolato (6)

Ingredienti:
(Se aumentate la dose di pan Spagna aumentate proporzionalmente anche il resto).
130 g di Pan di Spagna
100 g di cioccolato fondente fuso
3 amaretti spruzzati col Rum
1 tuorlo
50 g di burro ammorbidito
Scaglie di cioccolato fondente e/o bianco

Preparazione:
1) Mescolare tutti gli ingredienti e lavorare il composto fino ad ottenere una crema densa. Farla indurire in frigo.
2)Formare delle palline e passarle nelle scaglie di cioccolato a piacere. Sistemare volendo in pirottini.

Mattonelle all'arancia (7)

Ingredienti:
Un rettangolo di pan di Spagna
Rum o Limoncino
(Se non vi piace il liquore potete sostituirlo con zucchero sciolto nel succo di 1 arancia a caldo)
1 arancia
Mezzo albume montato
200 g di burro
100 g di zucchero a velo
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero

Preparazione:
1) Tagliare il pan di Spagna in due parti orizzontalmente.
2) Spennellare con un'emulsione di Rum o Limoncino, succo d'arancia e zucchero.
3) Lavorare il burro con lo zucchero a velo, i tuorli, un poco di liquore, la scorza ottenuta dall'arancia e mezzo albume montato a neve.
4) Stendere metà della crema su di una parte del rettangolo, coprire con l'altro, stendere l'altra parte della crema e tagliare il dolce a cubetti.
5) Guarnire con meringa (ricetta base) e scorzette oppure con semplice zucchero e scorzette.

Adesso sì..

Buona Pasqua

Mercoledì 2 Aprile 2013

Finite la feste pasquali, ma non la necessità di mangiare "giusto".
Per questa ragione lascio, in fondo alle pagine della ricetta del giorno, il mini-corso sulla

"Cucina Mediterranea".

(Vi consiglio di darci una scorsa).

Adesso passerei ad una nuova ricetta per oggi,
una ricetta che potrete fare al rientro dal lavoro in poco tempo.

 

Fiore di crêpes alla paglierina (8)

Ingredienti per 4 persone:
200 g di farina
20 gr di burro (per imburrare il padellino)
4 uova
1 dl di latte
1 toma paglierina (o una toma normale, o dei tomini semplici)
oppure addirittura il formaggio che avete in casa: asiago, emmenthal, caciotta morbida, stracchino...
purché sia morbido, ma non acquoso.
Sale.

Preparazione:
1) Preparare le crêpes con la ricetta base.
2) Imburrare un piatto da forno piuttosto largo e disporre al centro una crêpe e intorno le altre fino ad ottenere qualcosa che assomigli ad un fiore coi suoi petali.
3) Adagiare al centro la toma e richiudere i petali del vostro fiore.
(Se volete aggiungere sapore, ma non grassi, mettere basilico o prezzemolo tritato).
4) Passare in forno caldo per 15 minuti circa o fino a quando il formaggio si sarà sciolto.
5) Servire subito a tavola..

(Accompagnare con insalata fresca).

Vino consigliato: Pinot bianco Trentino servito molto fresco.

Ciao a presto.

♠♦♣♥

Corso di Cucina

Cucina Mediterranea

Quattro parole per capire meglio

Il modello alimentare mediterraneo è stato proposto negli anni sessanta dall’americano dott. Ancel Keys come dieta (modello di vita) equilibrata e di riferimento adatta per ridurre notevolmente l’insorgenza delle cosiddette “malattie del benessere” (obesità, ipertensione, arteriosclerosi, cardiopatie, diabete ed alcune forme di tumori gastrointestinali).

Questa tipologia dietetica, ispirata ai consumi alimentari della popolazione contadina dell’area mediterranea degli anni cinquanta, risponde agli obiettivi di:

1)favorire il consumo degli zuccheri complessi (es. saccarosio composto da glucosio e fruttosio).

2)ridurre il consumo dei grassi saturi (sono grassi specialmente di origine animale).

3) ridurre il consumo di colesterolo (grasso nel sangue).

4)ridurre l’uso di zucchero.

5) ridurre il consumo di sale.

Secondo gli esperti, la dieta mediterranea assicura in modo valido ed equilibrato tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo ha bisogno per una sana alimentazione. Gli alimenti di questa dieta sono i prodotti tipici del bacino mediterraneo, che vanno consumati considerando la stagionalità,la varietà, la moderazione, cercando di evitare gli eccessi calorici.

 
 

Sono da privilegiare quindi:
il Pane (meglio se integrale*),

la Pasta (meglio se integrale*),

il Riso,

le Verdure di Stagione,

i Legumi,

la Frutta di Stagione

L’Olio di Oliva Extra-Vergine (sia cotto, ma soprattutto a crudo)

il Pesce azzurro (alici, sarde,sgombri, tonno) e con moderazione

i Formaggi, le Uova e le Carni alternative (carni ovine, caprine, e degli animale da cortile).

 

Un adeguato e riscoperto uso delle Erbe Aromatiche: Salvia, Rosmarino, Timo, Maggiorana, Origano, Dragoncello, Aneto, Erba Cipollina, Alloro, Lavanda, Santoreggia, Menta (potrei continuare all’infinito) oltre ad esaltare il sapore del cibo, può e deve limitare l’impiego del sale da cucina e dei grassi.

 

Gli elementi tipici dell’area mediterranea sono adatti a formare “piatti unici”, capaci di fornire da soli l’apporto nutritivo degli usuali “primo”, “secondo”, sostituendo efficacemente ed economicamente con un’unica portata.

 

Esempi tipici sono: pasta con fagioli (o ceci o lenticchie), lo spezzatino con patate, le paste asciutte con condimenti di formaggi, verdure, pesce, abbinati secondo gusti e fantasia, i minestroni con formaggi grattugiati, le insalate con pesce, verdure uova e pezzetti di formaggi, la pizza…

 

Non da ultimo la bellezza cromatica dei cibi della dieta mediterranea predispongono il consumatore ad una piacevole aspettativa, quindi ad una maggiore capacità digestiva e un più regolare metabolismo individuale.

 

A noi, operatori di cucina, attenti al concetto di “alimentazione sana e piacevole” il dovere di valorizzare la dieta mediterranea con i prodotti tipici locali, regionale e di qualità.

*Il vero integrale è solamente Biologico.

Il termine integrale è usato impropriamente dall’industria alimentare presentare i prodotti in una veste di leggerezza e salubrità. Ma il termine integrale che significa “integro“ è tale solo se non subisce trattamenti. Cosa che succede solo nei prodotti biologicamente certificati.

 

Stateci attenti.

 

Pan Bagnato

Ingredienti per 4 persone:
4 grossi panini
Uno spicchio d’aglio
6 pomodori perini
12 filetti di acciuga sott’olio
20 olive nere
2 cucchiai di capperi sott’aceto
Un cuore di lattuga
6 foglie di basilico
Olio extravergine di oliva
Sale.

Preparazione:
1)
Lavate i pomodori e tagliateli a fette; fate loro perdere l’acqua su un foglio di carta assorbente da cucina.
2)
Snocciolate le olive e tagliatele a metà
3)
Lavate e sgrondate bene le foglie di lattuga.
4)
Tagliate la calotta dei panini, svuotateli della mollica e strofinate all’interno con lo spicchio d’aglio.
5)
Riempiteli alternativamente i pomodori con le olive, i capperi, le acciughe e le foglie di basilico spezzettate.
6)
Condite con un filo d’olio e guarnite all’esterno con foglie di lattuga, qualche fettina di pomodoro, e le olive rimaste.

 

Risotto Pugliese

Ingredienti per 4 persone:
400 g di riso
750 g di cozze piuttosto grosse
Una cipolla
Uno spicchi d’aglio
Una patata
Una zucchina
200 g di pomodori pelati
Brodo (anche di dado, ma senza glutammato mono-sodico: fa molto male)
Vino bianco
Olio extravergine di oliva
Prezzemolo
Sale, pepe.

Preparazione:

1)Mondate e tritate finemente la cipolla e l’aglio. Metteteli in una casseruola con un poco di olio d’oliva. (Si può sostituire con il brodo, sempre.) Fateli appassire piano piano e intanto lavate patata e zucchina, tagliatele a dadini e unitele al soffritto assieme ai pomodori tagliati anch’essi a cubetti.
2)
Lasciate insaporire qualche minuto mescolando, poi buttate il riso e lasciatelo tostare. Spruzzate con mezzo bicchiere di vino, salate e pepate e portate il riso a cottura unendo a mano a mano dei mestoli di brodo caldo.
3)
Intanto lavate bene le cozze, mettetele in una larga padella, spruzzatele di vino e fatele aprire a fuoco vivo. Calcolate che siano pronte in contemporanea al riso.
4)
Suddividete il riso in fondine e adagiatevi sopra alcune cozze con solo mezzo guscio, cospargendo, a piacere, con il prezzemolo o intero o tritato.

 

 Gazpacho Andaluso
 

Ingredienti per 4 persone:
Una cipolla
Un peperone
Un cetriolo piccolo
4 pomodori da sugo
2 panini raffermi
Un decilitro di olio
Mezza tazza di aceto
Sale.

Per accompagnare:
Dadini di pane
Una cipolla
3 pomodori
Un cetriolo
Un peperone verde
Un peperone giallo

Preparazione:
1)
Inzuppate in acqua e aceto il pane, quindi strizzatelo bene.
2)
Sbollentate per pochi minuti i pomodori, eliminate semi e bucce.
3)
Mondate peperoni, cipolla, aglio e pelate il cetriolo. Passate tutti gli ingredienti con un pizzico di sale e l’olio nel vaso del frullatore e frullate fino ad ottenere un composto omogeneo. (Se risultasse troppo denso diluite con un poco di acqua fredda)
4)
Filtrate il tutto attraverso un colino e conservate in frigo.
5) Al momento di servire preparate in coppette separate la cipolla, i 3 pomodori, il cetriolo e i 2 peperoni, lavati e tritati grossolanamente completeranno a piacere la zuppa fredda.

 

Paella alla Valenciana

Ingredienti per 4 persone:
Un piccolo pollo (800 g circa)
Una cipolla
2 spicchi d’aglio
250 g di riso
400 g di pomodori pelati
Un ciuffo di prezzemolo
200 g di prosciutto tagliato a dadini
200 g di chorizos (facoltativa) salsiccia spagnola o napoletana.
200 g di piselli sgusciati
500 gdi vongole
300 g di gamberoni
Un peperone rosso
Vino bianco
Brodo
Un pizzico di zafferano
Olio extravergine di oliva
Un limone
Sale, pepe.

Preparazione:
1)
Pulite, lavate e tagliate il pollo in piccoli pezzi.
2)
Mettete in un padelline 3 cucchiai di olio (si può sostituire con mezzo bicchiere di brodo) e fatevi dorare il pollo..
3)
Intanto lavate e tritate la cipolla, l’aglio e prezzemolo e fateli soffriggere a parte: unite i pelati tritati, fate asciugare per 10 minuti e unite i piselli, il prosciutto a dadini, la salsiccia a rondelle e i gamberoni. Salate e cuocete per 10 minuti.
4)
Rovesciate tutti gli ingredienti del sugo nella padella del pollo e continuate la cottura per un quarto d’ora.
5)
Fate aprire in un poco di vino le vongole lavate; unitele agli altri ingredienti, seguite dal peperone tagliato a listarelle.
6)
Su tutto distribuite il riso; bagnate con 2 mestoli di brodo e continuate la cottura che durerà ancora circa 20 minuti, sempre aggiungendo brodo caldo e mescolando gli ingredienti.
7)
Nell’ultimo mestolo di brodo aggiungete lo zafferano, salate e insaporite a piacere con un poco si pepe.
8)
Spruzzate con il succo di limone e quindi passate la paella per 3 minuti sotto il grill del forno.

 

Conchiglie con Peperoni e/o Melanzane grigliate

Ingredienti per 4 persone:
400 g di conchiglie
300 g di salsa di pomodoro
40 g di olio extravergine di oliva
2 o 3 melanzane
2 o 3 peperoni
Una cipolla piccola
Un filetto di acciuga
1 cucchiaio di capperi
Prezzemolo
Maggiorana
Peperoncino (a piacere)
Sale marino integro.

Preparazione:
1)
Lavare e tagliare i peperoni a listarelle sottili.
(Se si decide di mettere anche le melanzane: lavarle, tagliarle a fette, metterle in uno scolapasta a sgocciolare con un poco (ma poco) di sale grosso. Lasciarle ferme 10 minuti, quindi passarle alla griglia elettrica. Tagliarle a dadini e depositarle nella terrina di servizio.)
2) Rosolare con un poco di olio (o brodo) la cipolla tritata; unirvi i peperoni, la maggiorana, il peperoncino, il filetto di acciuga, i capperi e la salsa di pomodoro. Cuocere 20 minuti.
Aggiungere il sale.
3) Cuocere la pasta, unire il condimento e un poco di prezzemolo e versare il tutto sui dadini di melanzane.

 
 

Insalata Nizzarda (Salade Niçoise)

Ingredienti per 4/6 persone:
500 g di patate
250 g di fagiolini
3 uova sode
1 cespo di lattuga
3 pomodori
400 g di tonno
5 filetti di acciughe
100 g di olive nere
1 cucchiaio di capperi
2 cucchiai di aceto
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di senape di Digione (facoltativa)
Le foglie di una manciata di prezzemolo

Preparazione:
1)
Frullate assieme 2 cucchiai di aceto, 2 cucchiai di olio d’oliva, la senape (poca) e le foglie di prezzemolo.
2)
Lessate i fagiolini (che terrete da parte) e le patate (meglio se riuscite a cuocere le verdure a vapore) asciugate le patate, spezzettatele, quindi condite solo le patate con metà della salsa.
3)
Affettate i pomodori; metteteli in una ciotola, poi aggiungete i fagiolini, le patate con la loro salsa, quindi anche la salsa rimasta.
4)
Adagiate la lattuga lavata e sgrondata in una grande insalatiera, e depositatevi sopra le verdure preparate; unite le uova tagliate in quarti ed il tonno (se era sott’olio scolatelo bene).
5) Guarnite con i filetti di acciughe, il cucchiaio di capperi, le olive nere e.. servite.

 
 

Pescatrice ai Funghi

Ingredienti per 4 persone:
800 g di filetti di pescatrice (o sogliola o halibut)
100 g di funghi porcini o coltivati
200 g di patate farinose (rosse)
10 g di olio extravergine di oliva (io sostituisco con un bicchiere di vino bianco secco)
1limone
1 spicchio di aglio
paprika
Brodo di dado vegetale (senza glutammato mono-sodico)
Aneto
Alloro
Salvia
Rosmarino
Prezzemolo
Sale marino

Preparazione:
1)
Fare marinate i filetti per 10 minuti in olio, succo di limone, erbe aromatiche, paprika, sale.
2)
Intanto preparare la crema di funghi. Sbucciare le patate, tagliarle a dadini, cucinatele per 10 minuti nel brodo vegetale, quindi unite i funghi puliti,aglio, prezzemolo tritati e sale.
3)
Cucinate ancora per 10 minuti, quindi ridurre in una purea con il passaverdura.
4)
Scolare i filetti dal liquido di marinatura, fasciarli in carta di alluminio ben chiusa.
5)
Porre in forno caldo a 220° per 30 minuti.
6)
Servire i filetti cosparsi di crema ai funghi.

 
 

Seppie Gratinate

Ingredienti per 4 persone:
800 g di seppie
50 g di olive snocciolate
20 g di capperi
2 spicchi di aglio
Prezzemolo
Pane grattugiato
Olio extravergine di oliva
Sale, pepe.

Preparazione:
1)
Pulite le seppie,tagliatele a strisce e asciugatele bene.
2)
Ponetele in una pirofila con l’aglio, le olive, un mazzetto di prezzemolo ed i capperi tritati.
3)
Irrorate con 3 cucchiai di olio d’oliva, salate leggermente e cospargete di pane grattugiato.
4)
Infornate a 220° per 30 minuti.

 
 

Verdure in padella al Timo

Ingredienti per 4 persone:
2 patate
1 porro
1 melanzana
1 peperone rosso
Timo
Olio extravergine di oliva (io sostituisco con brodo vegetale)
Sale

Preparazione:
1)
Mondate e tagliate le verdure a pezzi regolari.
2)
Ponete tutto in padella con un poco di olio e qualche rametto di timo e fate cuocere coperto per 20 minuti circa coperto, aggiungendo acqua calda o al meglio del brodo vegetale secondo la necessità.
3)
Salate poco prima del termine della cottura.
4)
Servite caldo.

 
 

Crostata di Verdure

Per la pasta brisè:
250 g di farina
125 g di burro ammorbidito
un pizzico di sale
Un uovo (facoltativo)

Per il ripieno:
2 peperoni
2 zucchine
200 g di latte (per amalgamare)
100 g di fontina tritata
2 uova
1 cipolla
Sale
Un mazzetto di erbe aromatiche
Un cucchiaio di olio d’oliva extravergine.

Preparazione:
1) Fare la pasta brisè. Lasciarla riposare 30 minuti in frigo, quindi rivestire una teglia imburrata e infarinata, coprirla con carta forno e fagioli. Quindi cuocerla in “ bianco” in forno caldo 200° C per circa 20/25 minuti.
2) Nel frattempo lavare e preparare le verdure tagliandole a dadini.
3) Metterle in una teglia tagliate a dadini con un poco di sale e un cucchiaio di olio. Scottarle per 10 minuti in forno caldo a 200°C.
4) Aspettando che si raffreddino mescolare assieme le uova ed il latte, quindi aggiungere il formaggio , le erbe aromatiche e un pizzico di sale.
5) Aggiungere questo impasto alle verdure, quindi livellare il tutto sulla pasta semicotta e rimettere in forno per 30 minuti circa.
6)
A fine cottura fare riposare 10 minuti prima di servire (così la torta ha il tempo di rassodarsi.).

 

Coppe allo Yogurt

Ingredienti per 4 persone:
2 arance
3 yogurt interi
10 gr. di scorza di arancia
4 cucchiai di gelatina di albicocche

Preparazione:
1)
Sbucciate al vivo le arance, separate gli spicchi e divideteli in quattro coppette.
2)
Sciogliete in un pentolino a fuoco basso la gelatina di albicocche, lasciatela intiepidire e mescolatela allo yogurt.
3)
Versate la crema ottenuta nelle coppette, decorate con la scorretta di arancia e servite.

 
 

Torta di Albicocche

Ingredienti:
250 g di farina
125 g di burro
150 g di zucchero
4 uova
1 kg. di albicocche
300 g di ricotta
1 dl di latte
Gelatina di albicocche

Preparazione:
1) Mescolate la farina con il burro ammorbidito a temperatura ambiente, 100 g di zucchero ed un uovo. Formate un panetto e mettetelo in frigo per circa mezz’ora.
2) Lavorate a crema i tuorli rimasti con 50 g di zucchero, unite la ricotta ed il latte.
3) Foderare uno stampo a cerniera di circa 22/24 cm, imburrato e infarinato, con un disco di pasta; bucherellatelo poi formate in cordoncino intorno.
4) Cuocete la base di pasta in forno caldo a 200° per 10 minuti.
5) Toglietela dal forno e versatevi la crema di ricotta e livellatela bene, sistematevi sopra le albicocche snocciolate con la parte concava verso l’alto.
6) Mettete sulle albicocche un cucchiaino di gelatina e rimettete la torta in forno 180° per 35 minuti circa.
7)
Versate poi la gelatina sciolta su fuoco massimo con un cucchiaio e lasciate raffreddare.

 
 

Babà alle Arance

Ingredienti:
220 g di farina
100 g di zucchero
70 g di burro
3 uova
Una bustina di lievito
50 g di scorrette di arance
120 g di zollette di zucchero
Un dl e mezzo di rum
4 arance non trattate
4 chiodi di garofano

Preparazione:
1)
Spremete 2 arance dopo averne grattugiato la scorza; pelatene una terza al vivo, riducetela a fettine e poi a pezzetti, quindi tagliate a fettine piuttosto sottili quella rimasta, senza sbucciarla.
2)
Sbattete le uova con lo zucchero e una presa di sale fino a quando non saranno gonfie e spumose.
3)
Unite 2 cucchiai di rum, il succo e la scorza di un’arancia, 200 g di farina, il lievito.
4)
Poi amalgamate 70 g di burro morbido a pezzetti e le scorze di arance tagliate a dadini.
5)
Sbattete il composto e versatelo in uno stampo imburrato e infarinato.
6)
Cuocete il dolce in forno caldo a 180° per 30 minuti; sformatelo e lasciatelo intiepidire.
7)
Intanto sciogliete le zollette con mezzo bicchiere di acqua, portate ad ebollizione, poi levate dal fuoco e unite il succo e la scorza di arancia ed il rum rimasti.
8)
Sformate il babà e irroratelo con lo sciroppo.
9)
Lasciatelo riposare per 5 minuti, poi trasferitelo su di un piatto da portata e decoratelo con le fettine e i pezzetti di arancia.

A presto!!!

 

Per i mese di Gennaio Febbraio Marzo….Novità in rete!!!

 

Parleremo dettagliatamente di:

Cucina Mediterranea…

Pane , Pizza, e….

Pesci, molluschi…

Cucina vegetariana e naturale…

Pasta fatta casa…

Dolci per le varie occasioni..

Cioccolato….

Segreti in Cucina

E tante tante altre cose….

 

Se siete interessate ad altre ricette cliccate sulle pagine

RICETTE BASE PER INIZIARE

TUTTE LE RICETTE PER STREGARE

DIVERTITEVI!

Buon Appetito…

e a domani !!

Scrivetemi!!!!

Buon Lavoro e … ciao!

Grazie per tutte le visite, le mail, i pensieri, le richieste, i consigli e

le congratulazioni

Quindi continuate…..

chiamate chiamate

chiamate oppure scrivete scrivetescrivete…. crrri.

 

HOME PAGE

 

 

RICETTE FILMATE

RICETTA DEL GIORNO

RICETTE BASE PER INIZIARE

ANTIPASTI

BISCOTTI-PICCOLA-PASTICCERIA

CUCINA FRANCESE

DIVERSI-PARTICOLARI

DOLCI E DESSERT

LE TISANE DELLA STREGA

PANE-FOCACCE-GNOCCHI

PIATTI UNICI

PRIMI PIATTI

SALSE E CONTORNI

SECONDI PIATTI

SPUNTINI VELOCI

HOME PAGE